LE RADIOTV PRIVATE HANNO UN NUOVO CCNL Dic16

Tags

Articoli correlati

Condividi

LE RADIOTV PRIVATE HANNO UN NUOVO CCNL

FIRMATO IL CCNL DEL SETTORE RADIO-TV PRIVATE E SERVICE SETTORE PRODUZIONE AUDIOVISIVO

http://puntocontinenti.it/wp-content/uploads/2019/12/CCNL-definitivo-1.pdf

Il settore del Broadcasting Radio, TV e Service di Produzione Audiovisivo ha un nuovo, innovativo Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro firmato da REA CONFLAVORO per le imprese e da LIBERSIND CONFSAL per i lavoratori. Il Contratto comprende 99 articoli con validità triennale, dal 01 01 2020 al 31 12 2022, disciplina in maniera unitaria per tutto il territorio nazionale i rapporti di lavoro sia delle attività degli operatori delle reti radiotelevisive via etere, via satellite e via cavo, che dei fornitori di contenuti dell’audiovisivo globale (radio, tv, del cinema leggero, della fotografia). Con il nuovo Contratto di Lavoro, le Parti, hanno dato avvio ad una nuova stagione di relazioni attraverso la costruzione di un moderno sistema di contrattazione in grado di fornire risposte mirate al settore globale della comunicazione in relazione alle diverse realtà imprenditoriali  esistenti. E’ un modello che aiuta lo sviluppo delle imprese; migliora le condizioni dei lavoratori; aumenta la competitività delle imprese e la migliore tutela dei lavoratori; favorisce l’innovazione e la formazione dei lavoratori;  è in grado di fornire risposte adeguate alla questione salariale e alla contingente crisi del settore radiotelevisivo locale. L’attuale situazione economica italiana, caratterizzata da rischi di recessione, da bassi tassi di occupazione soprattutto dei giovani e delle donne, da un divario crescente  fra il Nord e il Sud del Paese, dalla perdita di competitività delle imprese, da una bassa produttività del lavoro e, nel contempo, dalla perdita del potere d’acquisto dei salari medi, richiede interventi significativi anche sul fronte dei sistemi di relazioni sindacali. Inoltre, gli obiettivi di elevato valore sociale che persegue la bilateralità, l’assistenza integrativa sanitaria e la previdenza complementare in materia di welfare ed ammortizzatori sociali, attraverso il percorso virtuoso di integrazione fra risorse pubbliche e private, rendono contestualmente prioritaria la necessità che venga garantita la piena applicazione ed effettività nei confronti della libera contrattazione collettiva e del sistema della bilateralità nei confronti di tutti i soggetti tenuti all’applicazione del CCNL. Se è vero, come è vero tutto ciò considerato, con la sottoscrizione del nuovo CCNL REA CONFLAVORO E LIBERSIND CONFSAL, le Parti, hanno preso atto della gravissima crisi che attraverso il settore radiotelevisivo locale per via dell’accentramento delle risorse economiche e frequenziali e ai danni delle piccole e medie emittenti locali per uscire dalla quale è necessaria una forte intesa di difesa delle imprese e dei 7000 lavoratori impiegati nel settore.

Roma, 16 dicembre 2019

REA CONFLAVORO – LIBERSIND CONFSAL

www.reasat.eu

www.conflavoro.it

www.confsal.it

www.libersind.it