LE EMITTENTI RADIOTV DELLA REA PER LA PUBBLICA UTILITA’ Apr30

Tags

Articoli correlati

Condividi

LE EMITTENTI RADIOTV DELLA REA PER LA PUBBLICA UTILITA’

LE EMITTENTI RADIOTV DELLA REA PER LA PUBBLICA UTILITA’

(I nuovi traguardi del progetto REA sullo Stato Sociale)

Nella giornata del 28 aprile 2018 sono state superate le 40 mila visualizzazioni dei video  dalla REA (Radiotelevisioni Europee Associate) in difesa della libertà di Stampa e e di RadioTv per la costituzione di un nuovo ed efficiente Stato Sociale basato su 7 Diritti Capitali: 1) Avere una fonte di sostentamento; 2) Nutrirsi e Vestirsi; 3) Avere un Tetto; 4) Curarsi; 5) Istruirsi, 6) Avere un’assistenza legale umanitaria; 7) Avere una corretta informazione. “Considerata la complessità della materia affrontata”, sostiene il Presidente della REA Antonio Diomede,  “si tratta sicuramente di un grande successo che premia lo sforzo dei giornalisti della REA e di tutte le persone sensibili che stanno collaborando al progetto che ha essenzialmente due obiettivi: 1) ridurre sensibilmente i costi dei servizi essenziali anche con l’aiuto delle nuove tecnologie; 2) consentire a tutti di guadagnare l’indispensabile per condurre una vita dignitosa”. Ma vediamo in estrema sintesi come si sta sviluppando il Progetto REA. 

A – DIFESA DELLA LIBERTÀ DI STAMPA (carta stampata, radiotv, internet, social network) 

Negli ultimi mesi si è intensificata la battaglia  della REA per la sopravvivenza delle emittenti locali, pesantemente minacciate dal DPR 146 del 12 Ottobre 2017 che ha introdotto pesantissime condizioni per poter accedere ai contributi pubblici per l’editoria. Nel caso delle televisioni si è arrivati a chiedere l’assunzione fino a 14 dipendenti, dei quali 4 giornalisti professionisti assunti a tempo pieno. Nel caso delle radio, uno dei due dipendenti deve necessariamente essere un giornalista. Condizioni che la maggior parte delle radio e tv non è in grado di soddisfare.

Tra le varie iniziative intraprese dalla REA, figura la dimostrazione organizzata davanti a Montecitorio contro la legge subito definita Ammazza emittentiIl timore è che presto il 90% delle radio e televisioni locali rischia di chiudere, mandando a casa 4 mila lavoratori. E insieme ai lavoratori andrà in soffitta anche un bel pezzo della libertà di stampa, nonché il diritto dei cittadini a essere informati.

Punto Continenti. L’organo d’informazione principale delle attività della REA è sicuramente Punto Continenti (www.puntocontinenti.it) con le sue interviste, inchieste, servizi culturali e informazioni pratiche. Da segnalare la Rubrica Notiziario REA con continui aggiornamenti sulle attività dell’Associazione.

Video. Intensa è anche l’attività Video. Sono stati realizzati numerosi filmati riguardanti:

  • nascita di un nuovo ed efficiente Stato Sociale (Rubrica: Per un nuovo Stato Sociale)
  • valorizzazione del grande patrimonio artistico (Rubrica: Beni storici e culturali)
  • opinioni di esperti, giornalisti, personaggi del mondo della cultura e dello spettacolo ((Rubrica: Media e Protagonisti);
  • realtà sociali, politiche e culturali estere (Rubrica: Finestra sul Mondo)

Tutti i filmati sono visibili su www.puntocontinenti.it Sezione: VIDEO Notizie (parte alta a destra della home page).

Spot REA sullo Stato Sociale. E’ stato realizzato uno Spot illustrativo sull’impegno REA per lo Stato Sociale (in fondo all’articolo – durata 1 minuto e 45 sec ). 

B – RAPPORTO STAMPA, RADIO E TV CON POLITICI E IMPRENDITORI. 

Valorizzazione dei singoli politici. In un momento in cui la democrazia rischia di entrare in corto circuito a causa della grande confusione politica, seguire e valorizzare il singolo parlamentare  può risultare estremamente utile. Si tratta di individuare in Parlamento chi è disponibile a sostenere una giusta causa a prescindere da chi l’ha proposta. Soprattutto in materia di diritti sociali e libertà d’informazione. Diritti che spesso richiedono ampi consensi trasversali, sia nel Paese che in Parlamento, coinvolgendo parlamentari anche di schieramenti opposti ma ugualmente interessati a far prevalere un interesse generale. Vedere articolo su Punto Continenti L’importanza di seguire l’attività del singolo parlamentare   http://puntocontinenti.it/?p=12560

Imprese per il Sociale. Altro compito fondamentale è quello di individuare imprese che producono qualcosa di veramente utile sul piano sociale (indipendentemente dal suo risvolto commerciale) e che sono disposte a dare un sostegno al Progetto REA di costituzione di un nuovo ed efficiente Stato Sociale.

C – NUOVE PUBBLICAZIONI

Nella prima metà del 2018 sono stati pubblicati due volumi acquistabili entrambi su Amazon.it.

Radio e TV al bivio. Nel libro-intervista Radio e Tv al Bivio, il Presidente della REA, Antonio Diomede, descrive le varie tappe di un disegno politico che partendo da lontano rientra perfettamente in una logica internazionale voluta da alcuni grandi gruppi economici (operanti soprattutto nel campo delle telecomunicazioni) intenzionati a restringere notevolmente la libertà d’informazione, ultimo argine alla più grande concentrazione del potere politico ed economico della storia. La pubblicazione è arricchita da numerosi interventi di personalità e studiosi interessati alle tematiche sociali.

I 7 Diritti Capitali. Nel secondo volume, I 7 Diritti Capitali (in copertina il quadro della pittrice Sonia Bucci), il giornalista Rainero Schembrisi sofferma sui pericoli connessi all’entrata in scena dei robot e del rischio che il 50% della popolazione mondiale rimanga disoccupata. Si profila, quindi, il concreto pericolo di una catastrofe dalle conseguenze inimmaginabili. Per contrastare questa terrificante realtà occorre assolutamente creare un nuovo ed efficiente Stato Sociale, in grado di assicurare a tutti dignitose condizioni di vita. Il libro descrive poi lo sforzo collettivo promosso dalla REA che sta coinvolgendo giornalisti, esperti e anche tanta gente comune, tutta ugualmente convinta che la qualità della vita non dipenda tanto dalla mancanza di risorse economiche quanto da una non  precisa volontà politica a volerla realizzare. Anche questa pubblicazione è arricchita da numerosi interventi di personalità e studiosi interessati alle tematiche sociali.

D – CENTRI STAMPA SOCIALI IN ITALIA E NEL MONDO.

Su iniziativa della REA sono nati numerosi Centri Stampa Sociali considerati veri punti di raccolta e diffusione di opinioni, pareri e iniziative. Ecco l’elenco aggiornato dei centri attualmente esistenti:ITALIA: Basilicata (Potenza Resp. Antonio Peragine); Campania (Ariano Irpino – Floriana Mastandrea), Lazio (Roma – Antonio Diomede, Formia – Myriam Spaziani Testa, Grottaferrata – Valentina Biscozzi), Lombardia (Milano – Alessio De Bernardi), Puglia (Bari – Antonio Peragine); Sicilia (Palermo – Mirta Bajamonte), Toscana (Volterra – Simone Migliorini) e Veneto (Chioggia – Bertilla Ugoline Vicenza – Vincenzo Gigli).

ESTERO: Argentina (Buenos Aires – Resp. Rosana Botana), Belgio (Bruxelles – Margherita Salvador), Cina (Hong Kong – Fabrizio De Luca), Brasile (San Paolo – Isaura Quentine Porto Alegre – Teresa Schembri), Giappone (Tokyo – Marco Patella), Grecia (Atene – Angelo Saracini), Inghilterra (Londra – Carmine Gonnella), Marocco (Casablanca – Giovanni Mezzadri), Messico (Città del Messico e Chiapas – Rosalia Martinez), Olanda (AIA – Sanda Sudor), Russia (Mosca – Carlo Maria Tura), Stati Uniti (New York – Isabella Susy De Martinie Washington – Melo Cicala), Svizzera (Zurigo – Dino Suppa). 

E – ENTI ED ASSOCIAZIONI COLLEGATE

Hanno aderito al Progetto REA i seguenti Enti e Associazioni: 

ADB Comunica (Resp. Alessio De Bernardi); APS Comunità Italiana nel Mondo (Giosue Gilberto Di Molfetta); Aref International Onlus (Marilia Bellaterra); Armando Editore (Enrico Jacometti); Associazione Amicizia Italia Costa Rica (Orlando Guzman); Centro Nazionale di Drammaturgia Italiana – CENDIC(Maria Letizia Compatangelo); Centro Polivalente d’Arte e Spettacolo La Ribalta di Gaeta (Robert Rivera); Convergenza Socialista (Manuel Santoro); Festival Internazionale Teatro Romano di Volterra (Simone Migliorini);  Gruppo Turistico Culturale (Yvonne Pincelli)Indo Italian Institute for Trade and Technology (Maurizio Miranda); Insieme per gli Italiani (Salvatore Viglia); La Zattera di nessuno (Piera Principe); M.Th-I (PaolaSarcina); Onlus Prigionieri del Silenzio (Katia Anedda); Opera in Piazza di Oderzo (Maria Grazia Patella), Osservatorio Mediatrends Europa (Roberto Montoya), Teatro Vascello di Roma (Marco Ciuti).

F – ITALIANI ALL’ESTERO

In ambito REA un gruppo di giornalisti ed esperti sta elaborando, in collaborazione con il giornalista e avvocato Salvatore Viglia (che da molti anni si occupa di queste problematiche) le seguenti proposte riguardanti gli italiani all’estero: 

01) Promuovere in Italia la conoscenza della storia degli italiani all’estero;

02) Stimolare una politica estera che tenga nella massima considerazione la presenza degli italiani all’Estero;

03) Valorizzare all’estero non solo la lingua, la cultura e l’arte italiana ma anche gli artisti e uomini di cultura italiani residenti all’estero;

04) Rafforzare, soprattutto in termini qualitativi, la presenza della rete diplomatica italiana;

05) Concedere agli italiani più poveri e sotto il controllo delle Ambasciate, delle tessere prepagate da utilizzare per l’acquisto di beni prima necessità;

06) Offrire una più efficiente assistenza legale agli italiani arrestati all’estero, in collaborazione con le ONG che già si occupano di questo problema;

07) Incrementare gli accordi di reciprocità con i Paesi esteri per consentire ai cittadini italiani di votare alle amministrative locali;

08) Limitare i costi, semplificare e accelerare le procedure per la concessione dei passaporti;

09) Favorire la concessione di mutui o garanzie bancarie per l’acquisto di una casa in Italia (anche in multiproprietà) da parte degli italiani residenti all’estero;

10) Intensificare i riconoscimenti reciproci dei titoli di studio;

11) Incentivare i viaggi culturali, soprattutto per i giovani, da verso l’Italia.

12) Introdurre il voto elettronico o per posta. Ciò consentirà notevoli risparmi, maggiore trasparenza e certezze nelle votazioni, possibilità di scegliere candidati residenti in Italia, aumento dei parlamentari interessati all’Altra Italia (dovendo disputare il proprio consenso anche all’estero).

G – GRUPPI DI STUDIO

Nell’ambito della REA si stanno formando diversi ‘Gruppi di studio’ riguardanti I 7 Diritti Capitali. L’obiettivo è di elaborare delle proposte da sottoporre all’attenzione del mondo politico, nonché di ipotizzare sistemi di assistenza volontaria. 

  • Gruppo di Esperti in lavoro (studiosi, economisti, ecc.);
  • Gruppo di esperti in questioni abitative (ingegneri, architetti, progettisti, ecc.);
  • Gruppo di Medici;
  • Gruppo di esperti ed insegnanti;
  • Gruppo di Giuristi e Avvocati;
  • Gruppo di Comunicazione Radio, TV,  Web e Social

H – PATROCINI – ATTIVITA’ ARTISTICHE E CULTURALI

La REA patrocina diverse manifestazioni di alto livello tra cui:

  • Opera in Piazza di Oderzo
  • Concorso Lirico Internazionale di Pienza
  • Festival Internazionale Teatro Romano di Volterra
  • Sipario D’Autore di Itri

Spesso vengono patrocinati anche singole e significative manifestazioni culturali come, ad esempio, l’Opera Querelle de Femmes, scritta da Alfredo Ghilardi, Myriam Spaziani Testa e Benedetto Supino o  lo spettacolo Gregor, al Cinema Teatro di Gaeta.  La REA promuove l’attività musicale dei giovani emergenti con la Milano Sanremo della Canzone Italiana e il Circuito Radiofonico Nazionale Le 100 Radio www.le100radio.it

I – MILANO SANREMO DELLA CANZONE ITALIANA

La Milano Sanremo della canzone italiana, per analogia con la famosa gara ciclistica di Girardengo, Binda, Coppi, Bartali ed altri famosi campioni, è stata pensata dalla REA per mantenere alto il prestigio e il valore della canzone italiana nel mondo. La manifestazione sta assumendo un’estensione internazionale. L’idea è di far veicolare la musica italiana inedita e impegnata con le tematiche sociali. Prevista anche la partecipazione di artisti della lirica. In sostanza, la REA intende consentire la massima partecipazione di artisti emergenti italiani e stranieri per la scoperta di nuovi talenti presenti sui palchi italiani e s’inquadra nel Patto di Solidarietà tra radio-tv, artisti, autori e produttori indipendenti per reciprocamente sostenersi e difendersi dalla crisi del mercato discografico. 

J – GRUPPI DI VIAGGI E ORGANIZZAZIONE DI EVENTI CULTURALI. 

L’obiettivo è di valorizzare mediante visite guidate l’immenso patrimonio storico, archeologico e culturale italiano. Sono previsti viaggi e incontri culturali sia in Italia che all’estero.

Roma, 29 aprile 2018

REA – Radiotelevisioni Europee Associate