LA REA PER UNA NUOVA PRIMAVERA DI LIBERTA’ D’INFORMAZIONE Mag01

Tags

Articoli correlati

Condividi

LA REA PER UNA NUOVA PRIMAVERA DI LIBERTA’ D’INFORMAZIONE

In un momento così difficile per la vita dell’emittenza locale è importante trovare un luogo associativo comune, onesto e competente come la REA,  per unire le forze affinché i sacrifici fatti in quarant’anni di attività non vadano perduti,  ma vadano  a beneficio delle famiglie e dell’avvenire dei propri figli. Ciononostante, noi della REA non disperiamo. Se l’emittenza locale saprà resistere alla crisi e saprà organizzarsi ci sarà una nuova primavera di libertà d’informazioe, d’impresa e di sviluppo economico e occupazionale. Ciò potrà avvenire unicamente unendosi alle grandi battaglie sostenute dalla REA senza delle quali moltissime radio e tv locali  sarebbero già uscite di scena.  L’invito spassionato che la REA rivolge agli editori è di slegarsi definitivamente dalle finte associazioni che conosciamo le quali altro non hanno saputo fare che corteggiare ministri e sottosegretari per trarne privilegi personali o di lobby.  Aderire alla REA è un segno di grande consapevolezza per lottare fino in fondo contro coloro che vorrebbero la fine dell’emittenza locale per avere campo libero nella gestione dei  mezzi di comunicazione. In un momento di crisi istituzionale, economica, di valori democratici e morali, l’iscrizione alla REA è d’obbligo per quegli editori che vivono del proprio lavoro e che, per indole morale, si distinguono da certi  “mariuoli” di professione che ben conosciamo per averli letti nelle cronache giudiziarie. Essere iscritti alla REA significa andare a testa alta nella difesa dei proprio diritti con la forza  dell’onestà, della  legalità e della ragione. L’iscrizione alla REA è partecipazione diretta per ogni passo compiuto per la vita della propria azienda.  La forza della  REA è costituita dall’autonomia economica, fondata “esclusivamente” dalle quote associative versate dagli iscritti che assicurano interventi personali incisivi e puntuali servizi collettivi di altissima professionalità. La quote associative “non sono un costo”, ma un  “investimento”  per garantirsi la difesa dei propri diritti individuali e collettivi contro le infauste decisioni delle autorità istituzionali e politiche ricorrendo anche collettivamente all’Autorità Giudiziaria. L’iscrizione alla REA copre tutti i rami aziendali (Radio FM/DAB/WEB –  TV digitale terrestre/Satellite/WEB sia come operatori di rete sia come fornitori di contenuti. Con una “unica” quota mensile di € 100 si è tutelati e assistiti  per tutti i rami aziendali radio e tv (assistenza amministrativa, tecnica, legale, adempimenti e istanze presso  enti e  amministrazioni di settore, editoria, legge 448, ROC, IES, ecc). Richiedi subito l’iscrizione alla REA a info@reasat.it  ; NON CI SONO ALTERNATIVE PER ESSERE DAVVERO TUTELATI.

San Cesareo, 30 aprile 2015

REA – Radiotelevisioni Europee Associate